Il Vogatore fa male alla schiena?

Il vogatore, conosciuto anche come remoergometro, è un attrezzo sportivo ideato per la simulazione accurata della vogata o remata effettuata durante il canottaggio, così da permettere agli atleti dello sport di allenarsi anche durante il periodo invernale. Tuttavia, il successo di questo attrezzo gli ha permesso di entrare nelle abitazioni comuni ed accompagnare tutti gli appassionati nell’allenamento indoor.

I benefici che l’utilizzo del vogatore può apportare all’organismo sono numerosi, soprattutto dovuti alla relativa capacità di coinvolgere quasi tutti i gruppi muscolari, consentendo dunque al corpo di allenarsi completamente in maniera omogenea. Tuttavia prima di utilizzare l’attrezzo è opportuno consultare il parere del medico e valutare le eventuali controindicazioni.

In questo articolo ci occuperemo di rispondere ad una delle domande più frequenti riguardo l’impiego del remoergometro, ovvero: il vogatore fa male alla schiena?

Vogatore: cos’è e come funziona

Il vogatore si differenzia dai comuni attrezzi ginnici per la padronanza di tecnica richiesta nel suo utilizzo. È di fondamentale importanza eseguire l’allenamento assumendo una postura corretta, motivo per cui vi consigliamo – se siete dei principianti inesperti appena approcciati al mondo dello sport – di rivolgervi ad un professionista o ad un personal trainer che sappia aiutarvi nella gestione dell’attrezzo.

Il vogatore prevede l’utilizzo dell’intero corpo per l’esecuzione di un esercizio efficiente, motivo per cui è importante specificarne le fasi.

  1. Sedersi in posizione corretta sull’apposito sedile, dopodiché fissare i piedi sul poggiapiedi con delle cinghie, accertandosi che sia dritto e stabile.
  2. Tenendo la schiena e le ginocchia piegate bisogna avanzare fino ad afferrare con le mani la barra di trazione.
  3. A questo punto è necessario spingere con le gambe sino a quando risultano essere completamente allungate.
  4. Assicurandosi che le gambe siano correttamente tese, è necessario tirare la barra di trazione al petto mediante l’utilizzo delle braccia, facendo attenzione che i gomiti raggiungano un’angolazione pari a 45°. La schiena deve essere portata in indietro, così che anche i muscoli addominali vengano coinvolti nell’esercizio.
  5. Stendendo nuovamente le braccia e piegando le ginocchia è possibile tornare alla posizione di partenza.
  6. Eseguire l’allenamento in maniera graduale, aumentando di volta in volta la difficoltà.

Benefici vogatore

Come accennato già precedentemente, il vogatore coinvolge circa l’80% dei muscoli corporei, motivo per cui è in grado di apportare un numero di benefici al corpo non indifferente. I gruppi muscolari coinvolti sono i seguenti: spalle, addome, braccia, pettorali, schiena, glutei e gambe; ognuno di essi viene tonificato e rafforzato e diventa capace di sopportare un’intensità maggiore nell’allenamento seguente. Vediamo di seguito quali sono i benefici principali che il remoergometro apporta al corpo, al fine di comprendere se possa o meno danneggiare la schiena.

  • Rafforza le articolazioni, evitando di stressarle: il vogatore permette l’esecuzione di un allenamento intenso, ma per nulla sovraccaricante per le articolazioni, le quali vengono invece rinforzate – cosa che nell’utilizzo di molti attrezzi non accade.
  • Aiuta a perdere peso: il vogatore, coinvolgendo un elevato numero di muscoli durante l’allenamento, apporta al corpo un consumo calorico altrettanto elevato. In tal modo, se si abbina all’esercizio un’alimentazione sana ed equilibrata ed un’idratazione corretta, è possibile perdere peso e di conseguenza dimagrire con l’utilizzo del remoergometro.
  • Allevia gli stati di stress ed ansia: allenare quotidianamente il proprio corpo con il vogatore apporta benefici anche di tipo mentali all’organismo, in quanto permette di scaricare le tensioni accumulate durante il giorno e di conseguenza di alleviare lo stress e l’ansia.

Controindicazioni vogatore

Utilizzare con frequenza il vogatore non apporta alcun tipo di controindicazione o effetto collaterale, tuttavia per far sì che ciò non accada è importante accertarsi di eseguire l’allenamento nel modo corretto. Il vogatore può far male alla schiena solo ed unicamente se questa non viene posizionata nella maniera opportuna e subisce dunque un sovraccarico sulla parte lombare durante l’esercitazione.

È importante anche eseguire degli esercizi di stretching sia prima che dopo l’utilizzo dell’attrezzo, così da riscaldare adeguatamente i muscoli e le articolazioni, nonché impostare un programma di allenamento ad un’intensità adeguata alle proprie capacità. Se si è dei principianti è fondamentale partire con leggerezza, proseguendo poi di volta in volta all’aumento delle prestazioni.

Postura corretta

Per allenarsi in maniera corretta con il remoergometro è importante innanzitutto non sovraccaricare i muscoli, cercando di conseguenza di dosare la propria forza, evitando in tal modo spiacevoli inconvenienti a danno delle articolazioni.

La postura corretta durante l’utilizzo dell’attrezzo prevede la schiena dritta ed il movimento alternato di braccia e gambe, suddiviso proprio come nelle fasi sopra elencate. I gomiti necessitano di rimanere paralleli e di non aprirsi ampiamente verso l’esterno, così come le gambe che, in aggiunta, non devono essere tese troppo né a lungo.

Per evitare che l’allenamento sovraccarichi la schiena e le provochi dolore o danni è importante non alzare le spalle, bensì tenerle abbassate. La schiena è infatti l’unica parte del corpo che non deve contribuire al movimento, ma ha l’utilità di garantire un equilibrio adeguato al corpo durante l’esecuzione della remata.

Conclusioni: il vogatore fa male o no alla schiena?

Se utilizzato nel modo corretto il vogatore può soltanto apportare benefici alla schiena, così come al resto del corpo. I problemi sorgono nel momento in cui si esegue l’allenamento utilizzando una postura scorretta o si posseggono patologie gravi che ne compromettono l’utilizzo.

Per tali ragioni è fondamentale richiedere il parere di un esperto o del proprio medico prima di decidere di utilizzare o acquistare un vogatore. Se si è in dubbio riguardo l’assunzione della posizione corretta durante l’allenamento è possibile rivolgersi ad un personal trainer e lasciarsela correggere ove fosse necessario.